Robert Helps : una cronaca...
1928 : Robert Helps nasce a Passaic nel New Jersey (nei dintorni di New York City). Vivrà vicino a lì, in Ridgewood, fino all’età di vinti anni circa.

1933 : a cinque anni, incorraggiato dalla sua madre, inizia a suonare il pianoforte.

1936 : viene iscritto dalla sua madre alla Juilliard Prep. School di Manhattan (New York) in cui dimostra presto le sue inclinazioni per la composizione.

1939 : a undici anni, è premiato in una competizione nazionale di composizione per bambini organizzata dal maestro Leopold Stokowski. Il lavoro per cui ha vinto il premio, intitolato Dance of the Cinders on the Hearth (scritto verso 1937) viene creato sotto la direzione di Stokowski dall’Orchestra della NBC e trasmesso in onda sulla radio.

1943 : abbandona il Juilliard Institute of Music Arts e diventa invece l’allievo di Abby Whiteside.

1944 : mentre si perfeziona nella tecnica del pianoforte, viene racccomandato dalla stessa Whiteside al maestro Roger Sessions affinchè imparasse la teoria e l’arte della composizione.

1953-1963 : all'età di venticinque anni, si trasloca à New Haven (vicino a New York). Vive senza sfarzo, facendo il commesso in un negozio di dischi, dando lezioni private di pianoforte mentre incomincia a prodursi come concertista. Durante questo periodo, compone une decina di opere tra le quali la sua Prima Sinfonia (1953-55), per cui inoltre verrà premiato dalle Fondazioni Fromm e Walter W. Naumberg.

1963 : si trasloca nel cuore di New York, a Manhattan (primo a Greenwich Village e poi più a comodo a Brooklyn Heights). Incontra lo scrittore James Purdy (sono vicini di casa) con cui si lega di una grande amicizia. Decide di dedicarsi completamente e ugualmente alla triplice carriera di pianista, di professore e di compositore.

1963-1967 : dà fino a trenta recitali per anno nei locali più famosi di New York mentre prosegue nella composizione (scrive in particolare il suo Primo Concerto per pianoforte, una delle sue prime opere scritte su commissione) e nell’insegnamento del pianoforte (alla Manhattan School of Music e al Conservatorio di New England). Alla stessa epoca, C.-F. Peters incomincia a pubblicare le sue partiture. Nel 1966, registra (per la RCA) il disco intitolato New Music for the Piano che contiene importante creazioni di numerosi compositori statunitensi.

1967-1978 : diventa professore al Conservatorio di San Francisco nel 1967 e divide ormai il suo tempo fra i litorali Est ed Ovest degli Stati Uniti. Nel 1973 è accolto come artista residente dall’Università Davis in California. Lo stesso anno viene creato il suo Secondo Concerto per pianoforte, un lavoro su commissione della Ford Foundation et del pianista Richard Goode. Nel 1976 è premiato dall’Academy of Arts and Letters. Durante questa decina di anni compone circa dodici opere fra cui Gossamer Noons, per soprano e orchestra (1974).

1978-1993 : all’età di cinquanta anni, parte da New York per stabilirsi a Tampa (Florida). Viene nominato professore all’Università di South Florida e viaggia ormai spesso tra Tampa e San Francisco dove continua l’insegnamento del pianoforte. Dopo dieci anni circa mentre ha smesso di comporre, impegnato invece in una serie di recitali dedicati alla musica francese (Fauré, Debussy, Ravel), trova un nuovo impulso creativo verso la fine degli anni 1980. Nel 1987, scrive in particolare Eventually The Carousel Begins per due pianoforti. All’inizio degli anni 1990, fa la scoperta appassionata del compositore inglese John Ireland, le cui opere veranno in poi spesso programmate nei suoi recitali (in particolare un indimenticabile recital alla Merkin Hall di New York). Nel 1993, essendo cardiopatico, deve subire un grave intervento chirurgico il cui ricovero sarà difficile.

1994-2001 : continua ad insegnare e a dare concerti (in particolare, tra 1993 e 1998, dirige una serie improntata a principi nuovi ed informali : “Sensua by Candlelight” in cui vengono presentati i suoi allievi e amici). Contemporaneamente, si dedica con intensa passione alla composizione, la creazione e la registazione dei suoi lavori, tra cui Shall We Dance, per pianoforte solo (creato nel 1994), una Seconda Sinfonia che viene terminata nel 1999 e une serie di trascrizioni per pianoforte. Nel 1996, viene inciso da CRI un CD tutto dedicato alle sue opere (serie American Masters). Nel 2000, dà un concerto come solista con la Filarmonia di Berlino.

2001 : muore a Tampa di un cancro appena gli è stato diagnosticato.

2004 : un secondo CD monografico viene pubblicato da Naxos (American Classics).

Nell’estate 2004 è creato il sito Robert Helps Web Monument.

Sito Web in inglese